Come si toglie un dente da latte

come si toglie un dente da latte

I denti dei bambini vanno lasciati cadere da soli

Tutti sappiamo che i bambini devono cambiare i dentini. C’è un tempo fisiologico di permanenza, che varia da dentino a dentino.

Come schema ideale ricorda che dobbiamo il più possibile far fare il corso naturale alle cose, senza accelerare la permuta dentale.

I dentini da latte infatti hanno vari scopi importanti:

  • consentire una corretta masticazione al bambino
  • guidare la nascita dei denti permanenti
  • dare un’ estetica a cui anche i bambini giustamente tengono

 

E se si ammalano?

Partiamo dal presupposto che dobbiamo fare di tutto per non farli ammalare.

Bambini che hanno carie fin da piccoli avranno purtroppo una maggior probabilità di avere problemi anche da grandi;

 

L’idea che tanto sono dentini che si cambiano e che quindi non conviene curarli è assurda e insensata

 

 

Se i piccoli avranno carie potrebbero inoltre sviluppare un rapporto conflittuale con il dentista: anche se ad oggi le nostre cure sono delicate e non più traumatiche come un tempo, un bambino piccolo meno cose fastidiose farà meno paura del dentista da grande avrà.

E’ un concetto logico e scontato: un bambino che non ha dolore in bocca, che non è costretto ad affrontare anestesie e trapani, da grande andrà con grande serenità nello studio dentistico.

 

Un bambino sano e rilassato oggi sarà un paziente adulto senza alcuna paura del dentista

 

Quindi iniziamo come sempre dalla prevenzione:

 

  1. lavare bene i denti con spazzolino elettrico dopo ogni pasto
  2. imparare a usare fin da piccoli il filo interdentale
  3. evitare come la peste cibi industriali raffinati e ricchi in zucchero
  4. scegliere dentifrici al fluoro
  5. fare visite periodiche di controllo dal dentista di famiglia

 

Posto quindi che abbiamo fatto TUTTO per prevenire problematiche, se per sfortuna un dentino del bimbo si ammala dobbiamo curarlo SUBITO.

Una piccola carie sarà trattabile facilmente con un’otturazione bianca come si fa nei pazienti più grandi: in questo modo non dovremo fare cose più noiose.

 

Come si toglie un dente da latte

Procederemo pertanto all’estrazione del dentino solo da ultimo e per forza. Quando la programmiamo?

 

  • se il dente da latte ha una forte mobilità che da’ fastidio al bimbo e già è pronto per nascere il permanente
  • se c’è una carie così grande da non poter essere curabile
  • quando è spuntato il dente permanente ma rimane anche il dentino da latte e impedisce una fuoriuscita giusta dell’elemento adulto

 

In questi casi procederemo con l’estrazione che, ti anticipo già, sarà assolutamente indolore:

 

  1. iniziamo sempre spiegando bene al bambino cosa faremo, usando termini giusti per non spaventarlo ma senza nascondere nulla, non dobbiamo ingannarlo
  2. una volta entrati in confidenza, inizieremo con una radiografia di controllo se necessaria
  3. decisa la tecnica estrattiva, si fa una pre anestesia con un batuffolo di cotone e lidocaina (per non farli sentire il pizzicottino dell’anestestia)
  4. si fa l’anestesia vera e propria
  5. appena siamo sicuri che ha agito, con dei piccoli strumenti dedicati ai bambini andremo a sfilare il dentino

 

Il bimbo non percepirà fastidio, solo una sensazione tattile di pressione.

Finita la cura di solito non occorrono punti di sutura: si fa mordere una garzina sterile per bloccare il poco sanguinamento che ci sarà.

 

La cura inizia da casa

Quindi eccoti spiegato come togliamo un dente da latte. E’ molto importante che tu da casa non metta MAI ansia al bimbo: se vede i genitori in apprensione, chiaramente anche il piccolo si agiterà.

Se babbo e mamma sono tranquilli e raccontano cosa andremo a fare, tutto filerà più liscio e comodo.

 

Condividi
Share:

Lascia un commento