L’impronta digitale dentale

l'impronta digitale dentale

L’impronta digitale dentale: il futuro è oggi

 

L’impronta digitale dentale non è il futuro, è il presente.

Sarà capitato anche a te di dover prendere un’impronta dal dentista. Magari hai dovuto mettere l’apparecchio da piccolo, e il tuo odontoiatra ha usato quei cucchiai ingombranti con delle paste dai sapori strani.

Spesso ai pazienti non da’ nessuna noia l’impronta tradizionale, ma altrettanto spesso mi capitano pazienti che hanno invece una brutta esperienza con le impronte:

  • nausea
  • senso di soffocamento
  • vomito
  • claustrofobia

Nulla di grave sia chiaro, ma noioso si.

 

E se ti dicessi che esiste un’alternativa?

 

Nel nostro studio da anni utilizzo l’impronta digitale, che è una vera e propria telecamera che fa una scansione 3D fedelissima della tua bocca.

In pochi secondi si passa questa telecamerina a sfiorare la superficie di denti e gengive, e in tempo reale sullo schermo del PC abbiamo un modello virtuale fedelissimo della tua bocca.

 

I vantaggi dell’impronta digitale dentale

I vantaggi di questa tecnica sono molteplici e facilmente intuibili, ma vediamoli insieme:

  • niente cucchiai e paste ingombranti
  • nessuna sensazione di nausea o soffocamento
  • precisione estrema 
  • se ti vuoi fermare durante la scansione nessun problema, un cenno ed esco di bocca con la telecamera. Quando sei tranquillo ricomincio a fare il filmato
  • ecologica: non si usano materiali e non si spreca nulla
  • se l’impronta non viene bene me ne accorgo subito, mi fermo, cancello il video come un normale file e ricomincio senza problemi
  • archiviazione digitale e dematerializzata dei tuoi modelli

 

 

impianti computer guidati
file realizzato con l’impronta digitale

 

Quando si usa l’impronta digitale dentale

Ti confesso che la uso praticamente sempre!

 

l'impronta digitale
l’impronta digitale

 

 

Con cosa si realizza l’impronta digitale dentale

Sul mercato esistono da anni numerose telecamere intraorali. La ricerca e le aziende si sono sempre più concentrate sull’odontoiatria digitale, e rispetto alle prime macchine pioniristiche siamo andati veramente avanti.

Quando mi sono laureato (nel lontano 2008 ormai 😀 ) feci una tesi proprio su questi argomenti, e ricordo molto bene che le telecamere erano poche e con molti problemi. 

La prima telecamera che ho acquistato qualche anno fa, aveva la polvere per opacizzare i denti prima di passare la telecamera. Ed ottenevo immagini nitide ma in bianco e nero.

L’ultima telecamera che ho acquistato è indubbiamente migliore:

  • grande velocità di scansione: in 50 secondi faccio un modello virtuale perfetto di tutta un’arcata
  • immagini a colori: più facile mostrare ai pazienti il nostro lavoro
  • niente polvere: passo la telecamera e via, senza noie!
  • tutto sul cloud: invio con un click al laboratorio il filmato realizzato in modo facile e veloce
  • grande accuratezza: 1 milione di pixel per millimetro scansionato, incredibile!

 

L’impronta digitale dentale fa parte di un processo

Da sola è utile e scenografica ma rende al massimo con altri compagni di lavoro 😉

Noi la adoperiamo associata a una stampante 3d, che ci consente di trasformare in realtà i modelli virtuali che la telecamera ci genera. 

Con la stampante 3D facciamo:

  • modelli fedeli del tuo sorriso
  • modelli di lavoro per controllare corone e ponti fresati al CAD/CAM
  • bite e mascherine di contenzione
  • mascherine per lo sbiancamento
  • guide chirurgiche per realizzare l’implantologia guidata

 

 

 

Penso quindi che le impronte digitali siano un grande vantaggio. Aiutano tanto noi dentisti nel lavoro e rendono molte cure più comode e piacevoli per i nostri pazienti.

Come tutte le tecnologie, crescono e migliorano nel tempo. Il nostro impegno, e questo posso proprio assicurartelo, è rimanere sempre al passo con i tempi investendo costantemente in ricerca, sviluppo e formazione.

 

Dir. San. Dott. Riccardo Marsalli albo odontoiatri Lucca n.509

 

 

 

 

 

 

Condividi
Share:

Lascia un commento